La Battaglia d’inverno

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“Non c’è leziosaggine né provocazione in questo romanzo dallo stile impeccabile, nel quale vibra una grande avventura palpitante degna di Tolkien”
Le Figaro

“Un vero romanzo di formazione: fuga da un orfanotrofio, coraggio, paure, sofferenze, amore, onore, tradimenti, giochi circensi, crudeltà e consolazioni. C’è tutto. Tutto, più la musica. Scrittura superba di un autore che ama i suoi lettori. Che li ama, li rispetta e li onora”.
Anna Gavalda – Elle

Helen e Milena. Bart e Milos. Una fredda sera d’inverno le due amiche si arrampicano sulla collina, dirette al vilaggio delle consolatrici; i due ragazzi se ne scendono per tornare nel loro collegio. A una svolta della strada si incontrano: un momento che sconvolge le loro vite. Decidono così di fuggire dai collegi in cui sono reclusi; Milena e Bart vogliono ritrovare i genitori scomparsi. Ma la Falange non intende farseli scappare: Pastor e la sua muta di umoni-cane li braccano. L’anelito alla libertà dei quattro diciassettenni incontra il desiderio di rivolta di un popolo oppresso. Nel frattempo si intessono legami, si rinsaldano amicizie. E a volte si perdono, anche.
Si fermarono un attimo per riprendere fiato e guardare la città sotto di loro, al di là del fiume. Ora si vedevano i tetti d’ardesia che scintillavano, i campanili delle chiese, le strade lustre alla luce dei lampioni. Sulla piazza lontana circolavano poche macchine, silenziose, simili a scarabei neri e panciuti. “E’ bello” sospirò Helen, “potremmo amare questa città se non ci fosse questo…” Indicò con un cenno del capo l’edificio massiccio da dove venivano: il collegio delle ragazze, subito oltre il ponte.

“Non c’è leziosaggine né provocazione in questo romanzo dallo stile impeccabile, nel quale vibra una grande avventura palpitante degna di Tolkien”
Le Figaro

“Un vero romanzo di formazione: fuga da un orfanotrofio, coraggio, paure, sofferenze, amore, onore, tradimenti, giochi circensi, crudeltà e consolazioni. C’è tutto. Tutto, più la musica. Scrittura superba di un autore che ama i suoi lettori. Che li ama, li rispetta e li onora”.
Anna Gavalda – Elle

Helen e Milena. Bart e Milos. Una fredda sera d’inverno le due amiche si arrampicano sulla collina, dirette al vilaggio delle consolatrici; i due ragazzi se ne scendono per tornare nel loro collegio. A una svolta della strada si incontrano: un momento che sconvolge le loro vite. Decidono così di fuggire dai collegi in cui sono reclusi; Milena e Bart vogliono ritrovare i genitori scomparsi. Ma la Falange non intende farseli scappare: Pastor e la sua muta di umoni-cane li braccano. L’anelito alla libertà dei quattro diciassettenni incontra il desiderio di rivolta di un popolo oppresso. Nel frattempo si intessono legami, si rinsaldano amicizie. E a volte si perdono, anche.
Si fermarono un attimo per riprendere fiato e guardare la città sotto di loro, al di là del fiume. Ora si vedevano i tetti d’ardesia che scintillavano, i campanili delle chiese, le strade lustre alla luce dei lampioni. Sulla piazza lontana circolavano poche macchine, silenziose, simili a scarabei neri e panciuti. “E’ bello” sospirò Helen, “potremmo amare questa città se non ci fosse questo…” Indicò con un cenno del capo l’edificio massiccio da dove venivano: il collegio delle ragazze, subito oltre il ponte.

Commenti

Autore


  • Jean-Claude Mourlevat

    Jean-Claude Mourlevat è nato nel 1952 a Ambert, in Francia. È stato professore di tedesco per alcuni anni, poi ha deciso di dedicarsi al teatro. Da quando ha pubblicato il suo primo romanzo per rag [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Fabbri Editori
    • Collana: RAGAZZI
    • Prezzo: 16.50 €
    • Pagine: 464
    • Formato libro: 22 x 14
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845144219

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...