Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La Battaglia d’inverno

Jean-Claude Mourlevat

Fabbri Editori
Copertina di: La Battaglia d’inverno

“Non c’è leziosaggine né provocazione in questo romanzo dallo stile impeccabile, nel quale vibra una grande avventura palpitante degna di Tolkien”
Le Figaro

“Un vero romanzo di formazione: fuga da un orfanotrofio, coraggio, paure, sofferenze, amore, onore, tradimenti, giochi circensi, crudeltà e consolazioni. C’è tutto. Tutto, più la musica. Scrittura superba di un autore che ama i suoi lettori. Che li ama, li rispetta e li onora”.
Anna Gavalda – Elle

Helen e Milena. Bart e Milos. Una fredda sera d’inverno le due amiche si arrampicano sulla collina, dirette al vilaggio delle consolatrici; i due ragazzi se ne scendono per tornare nel loro collegio. A una svolta della strada si incontrano: un momento che sconvolge le loro vite. Decidono così di fuggire dai collegi in cui sono reclusi; Milena e Bart vogliono ritrovare i genitori scomparsi. Ma la Falange non intende farseli scappare: Pastor e la sua muta di umoni-cane li braccano. L’anelito alla libertà dei quattro diciassettenni incontra il desiderio di rivolta di un popolo oppresso. Nel frattempo si intessono legami, si rinsaldano amicizie. E a volte si perdono, anche.
Si fermarono un attimo per riprendere fiato e guardare la città sotto di loro, al di là del fiume. Ora si vedevano i tetti d’ardesia che scintillavano, i campanili delle chiese, le strade lustre alla luce dei lampioni. Sulla piazza lontana circolavano poche macchine, silenziose, simili a scarabei neri e panciuti. “E’ bello” sospirò Helen, “potremmo amare questa città se non ci fosse questo…” Indicò con un cenno del capo l’edificio massiccio da dove venivano: il collegio delle ragazze, subito oltre il ponte.

Libri Correlati

vedi tutti